La bellezza personale di Xbox Design Lab - speciale

Cinque controller unici, o forse più, grazie ai controller personalizzabili di Xbox Design Lab.

Mettendo da parte i gusti e le preferenze personali, quello di Xbox One è indubbiamente uno dei migliori controller mai creati. Partendo dalla già ottima base di Xbox 360, all’inizio dell’attuale generazione di console gli ingegneri di Microsoft sono riusciti a perfezionare l’ergonomia e le funzionalità di un pad che ancora oggi è riconosciuto universalmente come standard in ambito PC. Non è provvisto dell’intuitivo tasto per la condivisione di materiale multimediale del Dualshock 4, ma quello partorito dai responsabili della progettazione dei Xbox resta un prodotto dalla qualità indiscutibile.

All’E3 2016 del “beyond generations” di Project Scorpio e della piattaforma Xbox che unifica Windows 10 e console c’è stato spazio anche per il controller in questione, che dopo la svolta professionale della versione Elite dello scorso anno è pronto per un’altra rivoluzione. Con l’arrivo di Xbox One S, infatti, il pad ha acquisito anche la connessione bluetooth per avvicinarsi al mondo PC e un grip posteriore gommato di serie. Dei cambiamenti che coincidono con alcuni accorgimenti estetici e costruttivi che hanno portato Microsoft a ideare un servizio davvero interessante: Xbox Design Lab.

Non tutti i prodotti di consumo sono veramente personali. I controller per videogiochi, però, possono esserlo: ne vengono messi in commercio di diversi colori e in versioni dedicate a un determinato titolo in uscita, in modo da poter rispecchiare i gusti e l’indole dei rispettivi acquirenti. Ma mai nessuno, almeno rimanendo in ambito ufficiale e nel recinto dei platform holder, si era spinto oltre dando all’utente la possibilità di personalizzare completamente un pad. Xbox Design Lab fa proprio questo: è un servizio che permette di creare da zero un controller ad un prezzo di poco superiore alle varianti classiche disponibili nei negozi (circa €80 contro i €60 standard), consegnandolo direttamente a casa via corriere.

Al momento è disponibile solamente sul territorio americano (da noi arriverà nel 2017), ma mi sono già divertito ad immaginare una serie di controller ispirati ad alcuni dei videogiochi più attesi quest'anno. Giusto così, per celebrare la bellezza estetica di un oggetto tecnologico che, sinceramente, credo abbia raggiunto il punto massimo della sua maturazione, sotto tutti i punti di vista.

Controller di Forza Horizon 3

Controller Xbox di Forza Horizon 3

Accompagnare la sgargiante ambientazione australiana di Forza Horizon 3, atteso per settembre su Xbox One e Windows 10, non è certo semplice, ma lanciandomi nella creazione del primo pad personalizzato di questo speciale ero abbastanza convinto: i colori avrebbero dovuto seguire lo schema dell’auto di copertina, la Lamborghini Centenario. Per la scocca frontale e posteriore del controller, quindi, c’è stata ben poca scelta: un nero deciso era la via giusta da percorrere. Ai dettagli, invece, è andato l’arduo compito di rendere un po’ più esotica la configurazione: il giallo degli alettoni e delle ruote Pirelli lo ritroviamo nella parte superiore e sulla croce direzionale, mentre il rosso dei fari posteriori è stato ripreso per gli analogici. Infine, per un gioco d’auto la scelta dei quattro tasti A, B, X, Y in formato classico e colorato mi è sembrata quasi obbligata.

Controller di Gears of War 4

Controller Xbox di Gears of War 4

Per Gears of War 4, altra esclusiva rappresentativa del marchio Xbox Play Anywhere, ho deciso di partire dalla base della console e degli accessori in edizione limitata ufficiali: il colore predominante è il rosso, come il sangue e il gore che caratterizza da sempre la serie. Sempre per rispecchiare i canoni di tutto ciò che riguarda il franchise ora nelle mani di The Coalition, ho affidato al nero la parte superiore con i bumper e i grilletti, gli analogici e i tasti principali, che ho preferito selezionare con tonalità grigie. La parte posteriore e i tasti direzionali, invece, sono tutti di quel marroncino che ricorda tanto le battaglie dal sapore di terra contro le Locuste, la minaccia che sta tornando con un'evoluzione della specie ancor più mostruosa.

Controller di Mafia 3

Controller Xbox di Mafia 3

Con Mafia III, terzo capitolo della serie 2K ora nelle mani del nuovo studio americano Hangar 13, mi sono lasciato andare puntando tutto sulla lotta tra il bene e il male e la violenza tipica delle vicende a sfondo mafioso. Ampio spazio, quindi, al bianco e la purezza sul frontale, mentre al nero spetta fare il lavoro sporco nelle retrovie. I dettagli dei tasti principali sono affidati al bianco, nuovamente in contrasto col nero, ma sono le frecce direzionali e gli analogici che rubano la scena: tre elementi rosso sangue, come il numero 3 romano che campeggia sulla copertina del gioco in uscita il 7 ottobre.

Controller di Titanfall 2

Controller Xbox di Forza Titanfall 2

Il nuovo sparatutto di Respawn Entertainment, proprio come il suo predecessore, sarà sicuramente uno dei giochi più metallici degli ultimi anni: la ferraglia dei Titani e dei colpi di arma da fuoco è onnipresente sui campi di battaglia di Titanfall, e per questo per il controller dedicato al titolo in uscita il 28 ottobre ho scelto una scala di grigi. Più chiaro e lucente sul frontale e più scuro e deciso sul retro. Anche i tasti seguono la schema della scocca principale, tranne quelli direzionali: per le frecce ho optato per un arancio perché spesso è il colore dominante dei dettagli delle casacche dei soldati e delle armature dei loro fidi “esoscheletri”.

Controller di Watch Dogs 2

Controller Xbox di Watch Dogs 2

Per realizzare il controller personalizzato di Watch Dogs 2 mi sono affidato ai motivi portanti dell’abbigliamento del protagonista, Marcus. Il suo giubbotto principale è blu, come il colore caratterizzante del pad, che prende vita con l’arancio dei grilletti, dei bumper e della superficie posteriore, proprio come la visiera del cappello. Sul davanti i tasti sono grigi come il pantalone e la maggioranza degli accessori dell’hacker, ma per A, B, X e Y mi sono lasciato trasportare dal tono un po’ più scanzonato delle avventure ambientate a San Francisco scegliendo i classici colori verde, rosso, blu e giallo.

Bonus: controller di No Man's Sky

Controller Xbox di No Man's Sky

A un certo punto del processo creativo, però, mi sono reso conto che avrei potuto continuare a sfornare altre decine di varianti del controller di Xbox One, ma ho scelto di fermarmi in vista di qualche aggiornamento futuro. Tuttavia, il richiamo del Design Lab di Xbox continuava a riecheggare, e così sono venuti fuori altri due pad: uno è quello di No Man’s Sky e l’altro è quello ricco di egocentrismo “marchiato” Gameplay.it.

Ma soffermiamoci un attimo sul primo, perché non c’è proprio niente da fare e torniamo sempre al solito discorso: quanto sarebbe bello non avere limiti e poter avviare qualsiasi gioco su tutte le piattaforme? Immaginate un mondo fantastico in cui poter giocare a No Man’s Sky anche su Xbox One o avere la possibilità di poter utilizzare un solo controller o addirittura tutti i controller su tutte le macchine da gioco.

Come dite? Ah sì, probabilmente mi sto lasciando trasportare un po’ troppo dalla mentalità da “pciista”. E allora meglio tornare a sognare Dualshock e controller Elite personalizzabili: questa cosa dei colori mi sta dando un po’ alla testa…

Bonus 2: controller di Gameplay.it

Controller Xbox di Gameplay.it