Microsoft come Netflix e Origin: ecco il nuovo Xbox Game Pass

Xbox Game Pass

Microsoft sempre più proiettata verso il SaaS, segue la scia di Origin Pass e PlayStation Now.

Microsoft sta arando il terreno per l'imminente arrivo di Xbox Scorpio, che non soltanto rappresenterà la prima punta della nuova generazione di console targate Xbox, ma anche un cambiamento radicale di filosofia sempre più orientata verso un sistema di vendita di tipo SaaS (Software as a Service), ovvero di servizi digitali con canone di abbonamento mensile. Il nuovo servizio si chiama Xbox Game Pass.

In modo simile a come ha fatto EA con il suo Origin Pass (EA Access su Xbox), pagando un canone di €9,99 al mese, si avrà libero accesso a un catalogo di titoli più o meno recenti da poter giocare liberamente sulla propria Xbox. Per chi non abbia mai usufruito di Origin Pass o PlayStation Now (che fornisce oltre 300 titoli PS3 da giocare in streaming, anche se non è ancora disponibile in Italia), la formula è molto simile a quella utilizzata da Netflix con film e Serie TV: una libreria con un catalogo sempre aggiornato di titoli (in questo caso videogiochi) accessibile previo pagamento di un canone mensile.

A ben vedere, si tratta di un'evoluzione della strategia originariamente adottata da Xbox One, ovvero quella di spingere la console verso il digital delivery e la formula SaaS, che venne rigettata dai fan perché accompagnata da alcune restrizioni come l'Always Online (anche per i giochi fisici offline) e il blocco dei giochi usati.

Ma il nuovo Xbox Game Pass non avrà l'online obbligatorio e permetterà di giocare sia online che offline non appena scaricato il titolo da internet. Inoltre, come accade con altri servizi simili, gli abbonati riceveranno un esclusivo 20% di sconto sull'acquisto di giochi Xbox One presenti nel catalogo e un 10% di sconto sui relativi Add-On.

Non sarà necessario essere abbonati a Xbox Live Gold (che resta un servizio a parte), ma sarà obbligatorio abbonarsi "anche" al servizio Live Gold per giocare in multiplayer ai giochi disponibili nella libreria di Game Pass. Inoltre, com'è ovvio, in caso di scadenza dell'abbonamento non si potrà più giocare fino al rinnovo anche se tutti i salvataggi e gli Obiettivi resteranno salvati sul proprio account.

Ormai sempre più PC-centrica, Microsoft continua la sua opera di unificazione (Play Anywhere) aprendo la strada alla dominazione del mercato digitale su quello retail che, tranquilli, non scomparirà del tutto ma diventerà sempre meno diffuso nei prossimi anni, in particolare con l'aumento della diffusione in Italia delle connessioni veloci in fibra ottica e del calo dei costi delle periferiche di archiviazione (memory card, SSD) con sempre più spazio di storage a disposizione per archiviare i download dei giochi.

Approfondimento: Piano per la banda ultralarga in Italia entro il 2020.

Xbox Game Pass: giochi inclusi

Xbox Game Pass: 100 giochi

I giochi inclusi in Xbox Game Pass, che sarà attivo sin da subito per una cerchia ristretta di utenti partecipanti al programma Xbox Insider e che verrà aperto a tutti nel corso della primavera 2017, saranno riconducibili a un'ampia fetta di noti sviluppatori e publisher tra i quali: 2K Games, 505 Games, Bandai Namco, Capcom, Codemasters, Deep Silver, Focus Home Interactive, SEGA, SNK, THQ Nordic, Warner Bros, e ovviamente Microsoft Game Studios. Ecco la lista dei primi giochi confermati:

  • Fable III
  • Gears of War: Ultimate Edition
  • Halo 5: Guardians
  • Lego Batman
  • Mad Max
  • Mega Man Legacy Collection
  • NBA 2K16
  • Payday 2
  • Saints Row IV Re-Elected
  • SoulCalibur II
  • Tekken Tag Tournament II

Alcuni Insider che hanno già avuto accesso al servizio hanno confermato la presenza anche di Gears of War 4, Sunset Overdrive e Halo Spartan Assault. Inoltre, Phil Spencer in persona ha rassicurato i fan sull'arrivo di oltre 100 giochi subito a disposizione sin dal giorno di lancio del servizio.

Restano ancora dei dubbi su quali saranno le modalità di Microsoft per il servizio. Con Origin Pass, che però costa soltanto €3,99 al mese o € 24,99 all'anno, i titoli più recenti non vengono sempre inseriti in libreria se non sottoforma di prova gratuita o demo estesa. Saranno presenti? E sarà presente una funzione di condivisione familiare come da tempo fa Steam? Ogni quanto verranno rimossi/aggiornati i giochi a disposizione? Una delle noie di Netflix è quando certi titoli vengono rimossi dal catalogo per la scadenza delle royalties: accadrà la stessa cosa a Xbox Game Pass?

Vi terremo informati non appena saranno disponibili ulteriori informazioni.