Sean Murray: Hello Labs aiuterà i piccoli sviluppatori di giochi procedurali

Sean Murray No Man's Sky

Hello Games annuncia Hello Labs: iniziativa per sostenere e aiutare i piccoli sviluppatori.

Durante la recente GDC di San Francisco, Sean Murray, sviluppatore capo di Hello Games, casa di sviluppo che ha pubblicato su PC e PS4 il controverso No Man's Sky, ha tenuto una sua conferenza intitolata: "Building Worlds Using Math(s)" (Costruire mondi usando la matematica) nella quale ha approfittato per parlare del suo lavoro su No Man's Sky rompendo un silenzio sui social media che dura da quando l'account Twitter della compagnia venne hackerato.

Approfondimento: Hello Games: "No Man's Sky è stato uno sbaglio". Riepiloghiamo

Slide della conferenza di Sean Murray sul progetto Hello Labs

La presentazione di Sean Murray si è concentrata maggiormente sull'utilizzo delle tecniche procedurali per generare mondi virtuali. Murray ha descritto la sua esperienza di lavoro come "partire con un razzo spaziale e ustionarsi la pelle avendo il calore del sole in piena faccia". Ma la conferenza è stata anche un'occasione per rivelare un altro sui progetto: Hello Labs, un'iniziativa che fornirà finanziamento economico e sostegno tecnologico ai piccoli sviluppatori che vorranno utilizzare nei propri giochi la generazione procedurale e altre tecniche innovative e sperimentali. Sean Murray, facendo tesoro delle passate esperienze, è stato vago e non ha fornito informazioni precise su questo nuovo progetto, se non che per il primo progetto associato a Hello Labs è già in via di realizzazione.

Lo sviluppatore inglese ha anche ammesso che durante lo sviluppo di No Man's Sky, nonostante il supporto di Sony, Hello Games si è trovata di fronte a numerosi problemi di natura tecnica ed economica. Per fortuna, nonostante le critiche da parte di pubblico e stampa, il gioco ha generato profitti sufficienti per permettere al team di continuare il lavoro sul gioco e su altri progetti.

Leggi anche: No Man's Sky ha cambiato la percezione dell'hype nei videogiochi.